A prova di bomba. Ingegneri, architetti e teorie sulle volte in un cantiere militare di metà Settecento

Edoardo Piccoli, Cesare Tocci

Abstract


La costruzione della Cittadella di Alessandria, grande fortezza edificata a partire dagli anni trenta del Settecento, fu occasione a più riprese, ma soprattutto dopo la metà del secolo, di accesi dibattiti tra i diversi soggetti coinvolti che, in molti casi, toccano temi che la storiografia considera oggi “classici” per lo sviluppo della scienza del costruire, dai sistemi di fondazione alla stabilità delle strutture voltate.

In questo saggio si analizza la discussione che si sviluppò intorno al tema della miglior forma – se circolare o ellittica rialzata – da assegnare alle volte “a prova di bomba” dei grandi edifici all’interno del perimetro fortificato attraverso l’esame delle tre perizie presentate in occasione di un congresso svoltosi nel 1756, di fronte ai vertici dello Stato. Il congresso segnò un momento di crisi per la macchina preposta alla gestione dei cantieri dello Stato ma, al contempo, occasione favorevole alla promozione della cultura scientifica.

La novità del tema, rispetto alle acquisizioni già ampiamente consolidate nella prima metà del secolo, risiedeva nella necessità di mettere in conto le sollecitazioni generate da un impatto puntuale sull’estradosso delle volte. Il problema poteva essere risolto, sia pure ricorrendo alla classica impostazione cinematica di De La Hire, solo mediante un (allora) inedito intreccio tra statica e balistica che viene qui ricostruito grazie all’esame puntuale delle perizie e che, di là dall’interesse in sé, consente una riflessione più generale sulla relazione tra scienza, tecnologia e le professioni dell’architettura nel XVIII secolo.


Parole chiave


architettura militare; storia della costruzione; strutture voltate

Full Text

PDF


DOI: https://doi.org/10.14633/AHR139

Refback

  • Non ci sono refbacks, per ora.


Copyright (c) 2019 Edoardo Piccoli, Cesare Tocci

Creative Commons License
This work is licensed under a Creative Commons Attribution-NonCommercial 4.0 International License.

........................................................................................................................................................................................................................................................................................................................................................

ArcHistoR è una rivista open access e peer reviewed (double blind), di Storia dell’architettura e Restauro, pubblicata dall’Università Mediterraneadi Reggio Calabria. La rivista ha cadenza semestrale. È una rivista di Classe A (ANVUR) per l’Area 08 - Ingegneria civile ed Architettura, settori C1, D1, E1, E2, F1.

Comitato scientifico internazionale

Maria Dolores Antigüedad del Castillo-Olivares (Universidad Nacional de Educación a Distancia de España), Monica Butzek (Kunsthistorisches Institut in Florenz), Jean-François Cabestan (Université Paris 1 - Panthéon Sorbonne), Alicia Cámara Muñoz (Universidad Nacional de Educación a Distancia de España), David Friedman (Massachussets Institute of Technology), Alexandre Gady (Université Paris-IV-Sorbonne), Jörg Garms (Universität Wien), Miles Glenndinning (Scottish Centre for Conservation Studies, University of Edinburgh), Christopher Johns (Vanderbilt University, Nashville), Mark Wilson Jones (University of Bath), Loughlin Kealy (University College Dublin), Paulo Lourenço (Department of Civil Engineering, University of Minho), David Marshall (University of Melbourne), Werner Oechslin (ETH, Zurich, Stiftung Bibliothek Werner Oechslin, Einsiedeln), José Luis Sancho (Dirección de Conservación de Bienes Histórico-Artísticos, Palacio Real, Madrid), Dmitrij O. Švidkovskij (Moscow Architectural Institute, MARCHI)

Comitato direttivo

Tommaso Manfredi (direttore responsabile), Giuseppina Scamardì (direttore editoriale), Bruno Mussari, Annunziata Maria Oteri, Francesca Passalacqua, Nino Sulfaro

 

........................................................................................................................................................................................................................................................................................................................................................

Laboratorio Cross. Storia dell'architettura e restauro

    

      

 ISSN 2384-8898

Creative Commons License
This work is licensed under a Creative Commons Attribution-NonCommercial 2.0 Generic License.