Città e architettura moderna in Sicilia nelle vedute del Voyage di Saint-Non: attrazione e deformazione

Domenica Sutera

Abstract


Alcune vedute inserite nel quarto volume del Voyage pittoresque dell’abate di Saint-Non, edito a Parigi in due parti (1785 e 1786), riproducono architetture e contesti urbani siciliani d’età moderna. Tra i luoghi selezionati dagli architetti e pittori coinvolti nella spedizione effettuata tra 1777 e 1778, quelli relativi alle architetture del tempo sono tuttavia di numero notevolmente ridotto (circa cinque su un totale di centoquaranta soggetti) e relativi a Palermo e a tre importanti città vescovili: Mazara, Siracusa e Catania. Sulla base delle coeve tendenze verso il gusto pittoresco generato dalle rovine delle antichità classiche, questa sproporzione numerica riflette lo scopo del viaggio in Sicilia, come del resto annunciato dal titolo del volume. Le immagini scelte in questa occasione testimoniano invece una certa ambiguità nel perseguire gli obiettivi prefigurati dall’impresa editoriale e denunciano un momentaneo spostamento di interessi sui temi di architettura civile e religiosa d’età moderna. L’architettura sei-settecentesca (concentrata sulle piazze pubbliche, spazi di accumulazione retorica e simbolo di magnificenza delle comunità cittadine) sembra aver in qualche modo attratto lo sguardo del gruppo di artisti tale da essere cristallizzata in esigue ma interessanti raffigurazioni e punti di vista, mentre il confronto tra quanto riprodotto e la realtà attuale e, in generale, con quanto effettivamente costruito registra vistosi cambiamenti dovuti ai tre secoli trascorsi ma tradisce anche una rappresentazione densa di puntuali esercizi di semplificazione, deformazione e censura da parte degli autori.

Parole chiave


Sicilia XVII-XVIII secolo, architettura, città, vedute, Saint-Non

Full Text

PDF


DOI: https://doi.org/10.14633/AHR092

Refback

  • Non ci sono refbacks, per ora.


Copyright (c) 2018 Domenica Sutera

Creative Commons License
This work is licensed under a Creative Commons Attribution-NonCommercial 4.0 International License.

........................................................................................................................................................................................................................................................................................................................................................

ArcHistoR è una rivista open access e peer reviewed (double blind), di Storia dell’architettura e Restauro, pubblicata dall’Università Mediterraneadi Reggio Calabria. La rivista ha cadenza semestrale. È una rivista di Classe A (ANVUR) per l’Area 08 - Ingegneria civile ed Architettura, settori C1, D1, E1, E2, F1.

Comitato scientifico internazionale

Maria Dolores Antigüedad del Castillo-Olivares (Universidad Nacional de Educación a Distancia de España), Monica Butzek (Kunsthistorisches Institut in Florenz), Jean-François Cabestan (Université Paris 1 - Panthéon Sorbonne), Alicia Cámara Muñoz (Universidad Nacional de Educación a Distancia de España), David Friedman (Massachussets Institute of Technology), Alexandre Gady (Université Paris-IV-Sorbonne), Jörg Garms (Universität Wien), Miles Glenndinning (Scottish Centre for Conservation Studies, University of Edinburgh), Christopher Johns (Vanderbilt University, Nashville), Mark Wilson Jones (University of Bath), Loughlin Kealy (University College Dublin), Paulo Lourenço (Department of Civil Engineering, University of Minho), David Marshall (University of Melbourne), Werner Oechslin (ETH, Zurich, Stiftung Bibliothek Werner Oechslin, Einsiedeln), José Luis Sancho (Dirección de Conservación de Bienes Histórico-Artísticos, Palacio Real, Madrid), Dmitrij O. Švidkovskij (Moscow Architectural Institute, MARCHI)

Comitato direttivo

Tommaso Manfredi (direttore responsabile), Giuseppina Scamardì (direttore editoriale), Bruno Mussari, Annunziata Maria Oteri, Francesca Passalacqua, Nino Sulfaro

 

........................................................................................................................................................................................................................................................................................................................................................

Laboratorio Cross. Storia dell'architettura e restauro

    

      

 ISSN 2384-8898

Creative Commons License
This work is licensed under a Creative Commons Attribution-NonCommercial 2.0 Generic License.